Roberto Goyeneche

Roberto Goyeneche – El Polaco
A 83 anni dalla sua nascita

traduzione di Pietro Adorni – 7/2/2010

Nacque il 29 Marzo 1926 a Urdinarrain, Entre Ríos, Argentina.
Molto giovane si trasferisce nel quartiere di Saavedra Capital Federal, Buenos Aires, Argentina.
Il “Polacco” inizia la sua carriera come cantante dell’orchestra di Raúl Kaplún nel 1944, a 18 anni,
insieme al cantante Ángel Díaz “El Paya” (che sarebbe il responsabile del suo soprannome).
Di questo periodo non sono rimaste testimonianze discografiche.
Il “Polacco” che conosciamo inizia la sua epoca d’oro quando entra nell’orchestra di Horacio Salgan nel 1952 e nel corso di nove anni come cantante di Aníbal Troilo.
In molti cercheranno nello stile di Carlos Gardel e Edmundo Rivero le influenze d’ispirazione di Goyeneche che però non ha mai copiato altri.
Si realizza quale modello intramontabile di interprete, che ha saputo rispettare gelosamente i testi dei tanghi e trovarne il senso estetico profondo delle melodie senza distorcerle.
Ha vissuto a Saavedra per 68 anni; dove, a 14 anni, cantava per aiutare la famiglia e la madre vedova.
I insegnanti di Goyeneche sono stati diversi: Gardel, Le Pera, Cátulo Castillo, Homero Manzi, José María Contursi, Homero Expósito, Discépolo, Cadícamo.
Ma senza dubbio è stato Troilo ad insegnargli il segreto del fraseggio.
Oltre alle sue incisioni discografiche con “Pichuco” (Aníbal Troilo), Goyeneche ha cantato anche con le orchestre di Armando Pontier, Atilio Stampone, Baffa-Berlinghieri, Roberto Pansera, Leopoldo Federico, Astor Piazzolla e Raúl Garello.
E proprio Garello ha ammesso di avere scritto per lui non meno di 110 canzoni.
Acclamato nel Chatelet de París –i critici lo avevano definito “Gardel reincarnato” – di lui hanno scritto che era capace di ammutolire il pubblico leggendo la Bibbia e di far restare a bocca aperta un’intera sala interpretando il tango “La última curda”.
E’ morto il 27 Agosto del 1997.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Share and Enjoy

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>